Italia non profit: il motore di ricerca del terzo settore

italia-non-profit-intervista

Un motore di ricerca interamente dedicato al terzo settore?

Italia non profit è qualcosa di più: la piattaforma, dove cercare enti e associazioni e trovare tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno: chi sono, di cosa si occupano e come donare.

Basta scrivere il nome nella stringa di ricerca e sfogliare i risultati.

Abbiamo incontrato Mara Moioli, Co-founder di Italia non profit, per approfondire meglio il funzionamento di questa piattaforma.

Buongiorno Mara, ti va di parlarci di Italia non profit?

​Italia non profit ​è una piattaforma dedicata ai cittadini, ai donatori, a chi si impegna nel terzo settore e vuole conoscerlo meglio. L’obiettivo è supportare i cittadini ad orientarsi all’interno di questo settore e rendere il non profit sempre più chiaro, accessibile, trasparente.

mara-moioli-italia-non-profit

Mara Moioli

La piattaforma raccoglie i dati delle organizzazioni. Gli enti che desiderano fornire maggiori informazioni compilano un assessment che esplora il loro ciclo di vita e, dopo una accurata analisi e verifica, le informazioni vengono condivise in una pagina online dedicata, a cui tutti possono accedere. Facilitiamo la comprensione del non profit e lo facciamo attraverso una piattaforma dedicata all’accountability e alla trasparenza con un motore di ricerca integrato: oggi chiunque voglia approfondire un argomento si rivolge a internet e deve poter accedere anche tutte le informazioni relative al terzo settore, perché il non profit riguarda la vita di tutti.

In questo modo intercettiamo anche un pubblico di non addetti ai lavori, per aiutarli a comprendere meglio questo mondo, che spesso non si conosce in pieno. Su Italia non profit, infatti, non si trovano solo le informazioni sugli enti, ma è possibile orientarsi tra i diversi termini settore: c’è anche una grammatica, creata per questo motivo.

Quindi, un modo per semplificare un sistema complesso, come quello del terzo settore.

In un certo senso, sì. Semplifichiamo la conoscenza di un sistema complesso, senza banalizzarlo e favorendo la comprensione delle differenze e degli elementi distintivi delle diverse organizzazioni e dei settori. Su Italia non profit l’utente viene accompagnato attraverso un percorso graduale di conoscenza e approfondimento.

Da cosa nasce questa esigenza?

Nasce da una convinzione comune che il terzo Settore non abbia dati e informazioni. In realtà ne ha molti, ed è pronto a condividerli per farsi conoscere e conoscersi sempre di più e meglio, e come detto poco fa, in maniera chiara, trasparente e accessibile. La forza dei dati e delle informazioni a servizio di un Settore è secondo noi molto importante  e può supportarne la crescita. Non a caso una delle nostre pagine principali esordisce con: dati a supporto delle storie. Storie a supporto dei dati.

Nello specifico, quali sono i vantaggi per le organizzazioni?

Le organizzazioni percepiscono vantaggi differenti a seconda della loro natura.
Per le piccole organizzazioni, la condivisione delle proprie informazioni permette di avere un punto di contatto con gli utenti. Non tutte le piccole realtà, infatti, hanno dei siti strutturati o risorse da investire in campagne di comunicazione nazionali. Essere su Italia non profit permette loro di farsi raggiungere con più facilità, farsi trovare dai donatori ma anche dai potenziali beneficiari dei servizi e dei progetti.

Per quanto riguarda gli enti più grandi la piattaforma è uno strumento per allargare il proprio target e aumentare la rete di donatori: comunicare fuori dal settore attraverso un attore terzo e indipendente, gli permette di allargare il proprio mercato e quindi ampliare il raggio delle donazioni, avvicinando più persone e più risorse.

C’è un terzo vantaggio, che riguarda tutti: la condivisione dei dati con le altre Onp. Confrontarsi con altre realtà, infatti, permette di migliorare i propri servizi, magari correggere alcuni errori, e fa nascere nuove collaborazioni. Gli enti iscritti ci segnalano nuove partnership anche con il mondo profit: Italia non profit crea connessioni e genera maggiore orientamento fuori dal settore, anche per le imprese e per gli attori della filantropia strategica.

Infine, ricordiamo che la piattaforma è gratuita. Tutte le organizzazioni, grandi e piccole, possono iscriversi senza pagare nulla: questo perché vogliamo garantire la stessa possibilità di adesione a tutte le realtà indipendentemente dalle risorse disponibili.

Quali sono i vantaggi per i donatori?

La prospettiva con la quale abbiamo approcciato la creazione di questa piattaforma nasce dalla constatazione per cui la maggior parte dei cittadini, prima di effettuare donazioni, ricerca informazioni su internet. Ma non solo, le persone sono sempre di più abituate a cercare informazioni su aggregatori settoriali: non si accontentano di motori di ricerca generalisti. Abbiamo voluto andare incontro a esigenze sempre più specializzate per facilitare il più possibile la fruizione web. Ci rivolgiamo anche alle nuove generazioni, come i millenials: il mercato delle donazioni segue nuovi trend, e abbiamo il dovere di conoscerli e intercettarli.

Inoltre, anche se la piattaforma non permette di donare direttamente, rimanda alla pagina web delle donazioni di ogni singola organizzazione.

E per i volontari?

Vale lo stesso ragionamento fatto per i donatori. Ci piace considerare i volontari come donatori di tempo, per i quali il principio di avvicinamento agli enti è lo stesso: prima di scegliere, si procede con una ricerca relativa al settore di interesse, si raccolgono dati e informazioni e poi si contatta direttamente l’organizzazione.

Ho notato che ponete molta attenzione al tema della condivisione dei dati, come mai?

Perché è  dall’elaborazione dei dati che si generano informazioni e quindi conoscenza del terzo settore.
Più informazioni si hanno a disposizione, più è semplice per i donatori confermare le proprie impressioni o conoscere aspetti diversi di una realtà; per gli enti, i dati sono invece strumenti  per migliorare la propria attività.

Tuttavia, non vogliamo limitarci a raccogliere dati, ma contribuire alla valorizzazione del Terzo Settore, degli gli enti, degli operatori, dei volontari e di tutte le professionalità che in esso si impegnano e operano. Lo facciamo anche attraverso lo  studio e l’analisi dei dati che le organizzazioni ci forniscono. Grazie a questi, possiamo elaborare ricerche che vengono messe a disposizione di tutti, per orientarsi meglio in un settore così importante e vicino alle vite di tutti.

Vai a italianonprofit.it >>

Rispondi