Data / Ora
10/11/2018
10:00 - 13:00

Luogo
Fabbrica del Vapore

Università milanesi a confronto sugli apprendimenti nel volontariato


Riconoscere e ufficializzare le competenze acquisite nell’esperienza di volontariato che si fa o che si è fatta. Saperi non formali e informali, conoscenze trasversali o tecniche da inserire nel proprio curriculum vitae, per “investirli” nei contesti che ciascuno riterrà più opportuni. Ma non è tutto. C’è un aspetto da non sottovalutare: per legittimare quel corpus di competenze apprese facendo il volontario occorre intraprendere un percorso. Un cammino che aiuterà il volontario a essere più consapevole e sicuro delle capacità e delle conoscenze che si possiedono. Ciò gli consentirà di rafforzarsi e di proporsi al meglio come cittadino e come lavoratore, sia in Italia che all’estero. Validare le competenze vuol dire riconoscere che il volontariato non è frutto solo di buona volontà, solidarietà, gratuità, altruismo, ma anche di impegno e dedizione competente e in continua evoluzione.

Sono questi alcuni dei temi che faranno parte del workshop “Il Sapere del Volontariato. Le Università per il volontariato”, promosso nell’ambito di MiGeneration-net del Comune di Milano e inserita nel cartellone di eventi per il Ventennale di Ciessevi, che si terrà sabato 10 novembre, alle 10.30, alla Fabbrica del Vapore di via Procaccini 4 a Milano.

Sono previsti interventi e testimonanze per un confronto su come le Università meneghine si mettono a disposizione del mondo del volontariato metropolitano.

  • Il valore delle esperienze per le università: quando le università si mettono in gioco per favorire la crescita delle organizzazioni
  • Università e volontariato: insieme per gli studenti
  • Università e volontariato: le competenze acquisite dalle esperienze di volontariato

Iscriviti
Programma