Social Media Strategies 2017: formazione e dibattiti sui social del futuro

Nella 5^ edizione dell’evento per i professionisti dei social media, un programma ricco di interventi tecnici sui social network e tool analitici, ma anche di confronti e dibattiti sulla professione del Social Media Manager. Emozioni in sala plenaria per la giornalista Federica Angeli, che ha parlato del ruolo dei social network nell’ambito della legalità.

Si è chiusa a Rimini con oltre 1200 partecipanti la quinta edizione del Social Media Strategies, evento formativo di Search On Media Group dedicato ai professionisti del Social Media Marketing. Tra sessioni formative e riflessioni sui temi di attualità relativi al mondo dei social network, sono state molte le novità emerse nella due giorni, arricchite dalla presenza di importanti e autorevoli esponenti del settore digitale e giornalistico. Dai dati sullo stato di salute del mercato Social Advertising a speech sulle principali tendenze e strategie comunicative social affrontate nelle 10 sale tematiche, passando per il dibattito sulla professione del Social Media Manager fino all’intervento di Federica Angeli nella Sala Plenaria del Palacongressi di Rimini.

federica angeli

Federica Angeli

Proprio Federica Angeli, giornalista di Repubblica sotto scorta per le proprie inchieste sui clan mafiosi e già ospite dello scorso Web Marketing Festival, ha commentato l’aggressione subita nelle ultime ore dal giornalista Daniele Piervincenzi in occasione del servizio della trasmissione “Nemo – Nessuno Escluso” a Ostia. Durante il suo intervento, incentrato sul ruolo dei social network nell’ambito della legalità, la Angeli ha affermato: “Cosmano ha parlato di scorta mediatica, un tema importante, anche alla luce di quanto accaduto nelle ultime ore. Dopo la diffusione di quelle immagini di violenza e sfrontatezza, Roberto Spada – l’aggressore di Piervincenzi (n.d.r) – è dovuto correre ai ripari perché il web ha alzato la testa e ha commentato i gesti dell’aggressore sul suo profilo Facebook. I social sono diventati una piazza dove i violenti mostrano i muscoli, è vero: ma è anche vero che, oltre a loro, ci siamo anche noi“.

cosmano-lombardo

Cosmano Lombardo

Dopo le parole di Federica Angeli, Cosmano Lombardo, Founder e CEO Search On Media Group, ha affermato: “Il fatto che oggi Federica sia qui con noi è un gesto più forte dell’aggressione che abbiamo visto nel video: i social network hanno un grande valore educativo nel diffondere una cultura del dovere. È uno step fondamentale per il nostro periodo storico, anche alla luce dell’arresto – è notizia delle ultimissime ore – di Roberto Spada. Un fatto, quest’ultimo, che aggiunge ulteriore valore al post pubblicato da Federica: ‘ Voi dite che vincono sempre loro? Io dico di no’ ”.

A scattare una fotografia attraverso report e dati aggiornati sul mondo social è stato Andrea Lamperti, direttore di Osservatori Internet e Media: “Il 91% della popolazione internet italiana nella sua giornata tipo utilizza almeno un social network”. Una persona su due, tra coloro che si informano sui social, non si ferma al titolo ma prosegue sul sito dell’editore per approfondire”, ha proseguito Lamperti, focalizzando poi l’attenzione sul lato advertising e sulla tipologia di contenuti più fruiti su Facebook: i video user generated content. Sempre di Facebook, con un focus sullo strumento Facebook Analytics, ha parlato anche Marco Quadrella, COO Area Consulenza Search On Media Group.

I NUMERI DELLA DUE GIORNI

La formazione professionale di alta qualità è stata la bussola che ha guidato gli oltre 1200 partecipanti all’interno delle 10 sale tematiche, tra social media manager, blogger e giornalisti, freelance e startupper. Sono stati 60 i professionisti ed esperti di spicco del settore che hanno dato il loro contributo formativo, 100 i giornalisti che hanno scelto il Social Media Strategies per la propria formazione professionale e 50 i key player del settore presenti tra stand, sponsor e partner.  Il format, concreto e rinnovato, si è rivelato ancora una volta vincente grazie alle conference e ai case study su tutti i temi al centro della due giorni: Content e Strategy, Social Advertising, Tool e Analitica. E ancora: Chatbot, Video e Visual, Messaggistica e tutti i principali social network fondamentali per i vari settori professionali, tra cui Instagram, YouTube e LinkedIn. Ampio spazio anche al mondo del lavoro, grazie all’iniziativa Digital Job Placement che ha permesso ad aziende e candidati in cerca di occupazione di incontrarsi e sostenere colloqui.

Il mercato del lavoro digitale è in continuo e profondo fermento così come, nello specifico,

la professione del Social Media Manager, una figura che sta seguendo le evoluzioni del settore. E la crescita di questo evento lo testimonia. Dalla due giorni e dal dibattito sulla Professione del SMM in sala Plenaria è emersa chiaramente la necessità di saper integrare questa figura professionale all’interno dei processi organizzativi e di business delle varie realtà operative sul fronte digitale – ha commentato il Founder e CEO di Search On Media Group Cosmano Lombardo.
Non bisogna, però, dimenticare che i social network hanno anche un impatto concreto sulla comunità a livello sociale, e non solo di business. Troppo spesso, infatti, il rischio è quello di dimenticare il valore positivo che i social possono generare e proprio per questo è necessario farne un uso più che mai responsabile”,  ha concluso Lombardo.


Comunicato di Apertura

L’evento di Search On Media Group, azienda già ideatrice del Web Marketing Festival, riparte nelle sale del Palacongressi di Rimini con un programma ricco di contributi formativi di alto livello, opportunità professionali e dibattiti sull’uso consapevole dei social.

Apre oggi i battenti il Social Media Strategies 2017, evento formativo di Search On Media Group dedicato ai professionisti del Social Media Marketing.

Giunto alla sua quinta edizione, l’appuntamento si presenta ancora una volta ricco di novità davanti agli occhi di oltre 1200 partecipanti: dalla possibilità per oltre 100 giornalisti di ricevere crediti formativi a un inedito Social Media Game, passando per il Digital Job Placement, il servizio di recruitment a cura del Web Marketing Festival dedicato alla professione del Social Media Manager e ospitato, per la prima volta, durante la due giorni.

Al fianco della formazione, concreta, continua e condivisa, torna l’area espositiva, centro nevralgico per momenti di networking e confronto assieme ai più importanti operatori e key player del mondo digitale.

Negli ultimi anni abbiamo visto evolvere queste piattaforme: con loro è cambiato non solo il modo di approcciarsi alla comunicazione, ma anche il comportamento stesso delle persone e delle organizzazioni. Gli uomini, le aziende, le istituzioni, ad oggi, hanno raggiunto una maturità tale da permettergli di utilizzare in modo corretto e consapevole questi strumenti di interazione. Questo evento nasce con l’obiettivo di sottolineare quanto la professione del Social Media Manager abbia un valore educativo e sia importante per la costruzione della società”, ha commentato Cosmano Lombardo, Founder e CEO di Search On Media Group. “Abbiamo trasformato la vita in un palcoscenico globale condiviso con 2 miliardi di soggetti, dove tutti siamo attori nella nostra sceneggiatura

LE COORDINATE: FORMAZIONE DI QUALITA’ E SU MISURA

La formazione professionale di alta qualità rimane la bussola che guiderà social media manager, blogger e giornalisti, freelance e startupper all’interno delle 10 sale tematiche, dove 60 professionisti ed esperti di spicco del settore daranno il loro contributo per dar vita a importanti momenti di approfondimento e networking. Oltre a interventi formativi di carattere tecnico, spazio anche all’intrattenimento e a dibattiti improntati dedicati alla necessità – anche per i professionisti dei social media – di promuovere un utilizzo responsabile e consapevole di questi importanti strumenti digitali.

Occhi puntati sulle tematiche che caratterizzeranno la due giorni, tra speech strategici, operativi e case studies su Facebook e Twitter.

Il format, concreto e rinnovato, dell’analisi di casi reali coinvolgerà direttamente anche gli altri temi fondamentali al centro del Social Media Strategies 2017: Content e Strategy, Social Advertising, Tool e Analitica. E ancora: Chatbot, Video e Visual, Messaggistica e tutti i principali social network fondamentali per i vari settori professionali, tra cui Instagram, YouTube e LinkedIn.

Per favorire l’orientamento formativo all’interno delle sale, quest’anno sono state individuati percorsi tematici ad hoc, 5 nello specifico: Data Driven, Conversion Funnel, Local, Community Management e Brand.

ALCUNI PROTAGONISTI DELLA DUE GIORNI

Cosmano Lombardo – Founder & CEO di Search On Media Group, e Giorgio Taverniti, Founder & COO Area Community di Search On Media Group, danno il via all’evento commentando, rigorosamente in chiave social, gli avvenimenti digitali più importanti del 2017 ribadendo l’importanza di un uso responsabile dei social media.

Che cosa sta succedendo ai Social Media?”, è la domanda alla quale proverà a rispondere Andrea Lamperti, Direttore Osservatori Internet and Media, presentando lo stato dell’arte del mondo social attraverso una serie di dati che fotografano il mercato del Social Advertising. “Facebook Analytics”, invece, sarà il focus dell’intervento di Marco Quadrella, COO Area Consulenza Search On Media Group.

Il secondo giorno ad aprire i lavori in Sala Plenaria sarà la volta di Federica Angeli, giornalista di Repubblica, da anni sotto scorta, per le sue inchieste sulla mafia: al centro del suo intervento l’importanza della community concepita come “scorta mediatica” in grado di diffondere i temi della legalità attraverso i social network.
Andrea Boscaro, Simone Bonavita e Mauro Lupi, moderati da Cosmano Lombardo, discuteranno infine su un tema di strettissima attualità, la Professione del Social Media Manager.

Rispondi