Team building e CSR alla Barclays Milano City Marathon: aperte le iscrizioni anche alle squadre aziendali

-Gianluca Trezzi-

Una gara di beneficenza in cui coinvolgere i dipendenti aziendali, che diventa un’efficace attività di team building: così può essere vissuta la prossima edizione della Barclays Milanocity Marathon, la competizione organizzata dal Consorzio Milano Marathon, composto da RCS Sport – La Gazzetta dello Sport e dalla società di consulenza e marketing sportivo Rosa & Associati, il prossimo 15 aprile 2012 a Milano.

Oltre a essere aperta alle iscrizioni individuali, la maratona, che attraversa la città, prevede una Staffetta cui possono partecipare anche gruppi di colleghi d’azienda, le cui quote d’iscizione vengono in parte devolute a una delle oltre 60 Onlus, a scelta dell’azienda, accreditate al Charity Program.

La squadra aziendale che partecipa alla staffetta del Corporate Relay Marathon consiste di quattro persone, che corrono ciascuna una frazione dei 42,195 km della maratona. Inoltre, la stessa azienda può iscrivere più staffette e metterle in competizione tra loro e programmare un’attività di allenamento pre-gara. In questo modo l’intero progetto può funzionare come valida attività di team building, grazie a una disciplina che richiede sacrificio, forza di volontà, superamento dei propri limiti e raggiungimento degli obiettivi comuni.

Ma l’evento è soprattutto una bella iniziativa di CSR. I runner e le squadre di staffette diventano “personal fund raiser” per la Onlus per cui corrono: oltre alla quota di iscrizione possono infatti promuovere all’interno dell’azienda o insieme ai colleghi svariate iniziative di raccolta fondi (lotterie, feste, cassette di raccolta, etc.) per aggiungere una donazione (che l’azienda può a sua volta aumentare).

Tra le Onlus che partecipano al Charity Program, c’è LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) – Sezione di Milano, che offrirà un supporto durante la gara ai propri sostenitori. “La nostra collaborazione con la Milano City Marathon è stata molto positiva nella passata edizione e speriamo di superare i risultati raggiunti” spiega Anna Bravi, responsabile fund raising LILT Milano. “Grazie alle donazioni raccolte assistiamo i malati e le loro famiglie, che giungono da tutta Italia all’Istituto dei Tumori di Milano, fornendo letto per l’assistenza domiciliare, l’accompagnamento alle terapie o un mese di accoglienza nelle nostre case”. Le aziende che possono aderire al Charity Program sono di tutte le tipologie. Si sono già iscritte per esempio, tramite LILT Milano, l’Hotel Principe di SavoiaSC Johnson Italy.

L’evento sta registrando un crescente numero di adesioni e una vasta eco sui media: nell’edizione 2011 la Maratona ha registrato 10.203 iscritti complessivi, di cui 3.405 maratoneti e 1.196 staffette arrivate al traguardo, e oltre 60.000 visitatori al Marathon Village, il villaggio con stand degli sponsor e delle Onlus costruito attorno al traguardo.

Il percorso rimarrà invariato: partenza dal polo fieristico di Rho-Pero con arrivo in Piazza Castello, passando lungo le strade della città dove si possono ammirare i luoghi simbolo di Milano. Quest’anno la corsa sarà resa più piacevole dal fatto che in quella domenica sarà vigente il blocco totale del traffico.

Le iscrizioni, da effettuare online, si chiuderanno il 4 aprile 2012.

 

http://www.eventreport.it/

 


Lascia un commento