Partnership profit-nonprofit: UNICEF & Euronics.

Oggi più che mai i consumatori si sono responsabilizzati nello scegliere quali prodotti acquistare e quali rivenditori visitare. Sono subentrati nuovi criteri di valutazione meno commerciali e più consapevoli: sostenibilità ambientale, impegno sociale, trattamento dei lavoratori.. (su questo argomento torneremo in maniera più approfondita).

Anche per questi motivi le aziende hanno dato maggiore importanza alle richieste delle comunità di riferimento e dato vita a nuove collaborazione con il mondo delle organizzazioni non profit.

Un caso di successo è la partnership tra UNICEF (Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia) ed Euronics (gruppo europeo di grande distribuzione specializzato nell’elettronica con sede internazionale ad Amsterdam).

Euronics (che in Italia comprende complessivamente 625 punti vendita ed ha in organico complessivamente 5.000 collaboratori) dal 2006 ha sostenuto varie campagne della nota organizzazione in sostegno dell’infanzia.

L’ultimo atto è stata la partecipazione alla campagna Vogliamo zero, che si prefigge l’obiettivo di salvare la vita a migliaia di bambini nei paesi più poveri del pianeta a rischio di mortalità per malattie curabili.

Tra Ottobre e Dicembre 2011 Euronics ha offerto la possibilità ai suoi clienti di donare direttamente alle proprie casse, e di acquistare una “cartolina” di Vogliamo Zero dal valore di 5 euro.

Grazie ad Euronics e alla generosità dei suoi clienti, l’UNICEF ha dichiarato che potrà vaccinare contro la polio 439.000 bambini, salvandoli cosi da una malattia che miete ancora oggi tantissime vittime, soprattutto tra i bambini.

Rispondi