Non profit: tengono le donazioni ma bilanci in rosso

 

L’indagine dell’Istituto italiano della donazione sui bilanci del 2012 di circa 200 organizzazioni. Timidi segnali di miglioramento nelle donazioni, ma i bilanci puntano ancora verso il basso. Salute e ricerca scientifica i settori con maggiori miglioramenti.
 
Donazioni e raccolte fondi nel 2012 a favore del non profit mostrano timidi segnali di miglioramento, nonostante la crisi economica, ma le entrate totali nei bilanci del 2012 continuano a scendere.
 
È quanto sostiene l’Istituto italiano della donazione (IId) nell’indagine “L’andamento delle raccolte fondi nel terzo settore: bilanci 2012 e proiezioni 2013” realizzata dall’Osservatorio di sostegno al non profit sociale in collaborazione con Assif e presentata ieri a Roma presso il Cnel.
“I dati raccolti, basati sui bilanci 2012 di circa 200 organizzazioni non profit (Onp) – spiega il rapporto – presentano una sostanziale tenuta delle Onp rispetto all’anno precedente”.
 
iddPer quanto riguarda le raccolte fondi, secondo lo studio dal 2011 al 2012 “la situazione sembra leggermente migliorata, registrando un aumento del 3 per cento di Onp che migliorano rispetto all’anno precedente e una diminuzione della stessa percentuale delle Onp che peggiorano”.
 
La situazione delle entrate totali invece è differente: “anche se di poco – spiega lo studio – le Onp continuano la discesa verso il basso: diminuisce infatti di 3 punti percentuali il numero delle Onp che hanno migliorato questo dato di bilancio e resta invariata invece la percentuale delle Onp che peggiorano”.
 
Nel primo semestre del 2013, invece, le Onp che hanno stimato di aver raccolto di più sono solo il 21% contro il 27 per cento nel 2012, mentre il 32% dichiara di stimare un peggioramento delle stesse. Tuttavia, spiega l’IID, “le Onp nel loro complesso guardano al futuro con un po’ più di fiducia: se infatti mettiamo a confronto il primo semestre 2013 con le previsioni per l’intero anno si registra un più 4 per cento di Onp che migliorano e meno 2 per cento che peggiorano”.
 
Tra le organizzazioni non profit che peggiorano nel confronto tra le entrate del 2009 con quelle del 2012, la cooperazione e le adozioni internazionali.
A migliorare, invece, quelle che operano nel campo della salute e della ricerca scientifica. Stabili le entrate per quelle che si occupano di emarginazione sociale.
 
 
Scarica il documento
 
 

Lascia un commento