L’ evento perfetto

 

Inauguriamo la collaborazione con il blog di fundsteps presentandovi  l’articolo di Chiara Maria Lévêque.

 

Il sogno di qualsiasi Ente è quello di riuscire a realizzare “l’evento perfetto”, ovvero quell’evento che riesca a coniugare elevate performance di raccolta fondi ad uno standard qualitativo eccellente, magari alla presenza di Ministri e altri ospiti illustri.

Ciò che sembra pura utopia, viene realizzato ogni anno dalla Croce Rossa Italiana.

E’ negli uffici della Sezione Femminile del Comitato di Milano, che ogni anno si riproduce la stessa magia: l’organizzazione del Concerto straordinario al Teatro alla Scala in favore delle attività caritatevoli dell’Ente sul territorio milanese. Un appuntamento a cui Fundsteps, quest’anno, non ha voluto rinunciare.

La vendita dei biglietti per il concerto dell’aprile del2011, ha fruttato un incasso di 215.700 euro, interamente devoluti ai progetti della Croce Rossa Italiana. I costi vivi e le spese organizzative? Interamente coperte grazie all’opera gratuita di decine di volontari coordinati ormai da anni dalla Sig.ra Monti, che non ha voluto mancare neanche quest’anno, nonostante i nuovi impegni istituzionali e grazie alla partecipazione di sponsor d’eccezione: Eni, Unicredit, Allianz, Publitalia ’80, Dompé Farmaceutici e Mapei.

Centri diurni per anziani, ambulatori odontoiatrici, spazi per famiglie in difficoltà, laboratori per il reinserimento lavorativo, centri per la distribuzione di alimenti e sportelli per sussidi economici agli indigenti, ritrovano ogni anno nuova linfa vitale, grazie allo sforzo profuso dalle Signore della Croce Rossa di Milano.

Al Teatro alla Scala il merito della qualità: ogni anno vengono proposti concerti di spessore e quest’anno si è voluta la presenza della Kammerorchester Wien-Berlin e della solista Anne-Sophie Mutter che con il suo violino ha regalato due ore di emozione al pubblico rapito dalle note di Mozart.

Se è vero che la potenza dell’Ente e il suo nome significano tanto, non è comunque scontato mettere a disposizione i propri contatti personali e creare sinergie così ben riuscite.

Lascia un commento