Le 4 vignette di ActionAid per raccontare i diritti fondamentali e la povertà nel mondo

Cibo, acqua, scuola e salute sono i diritti fondamentali di cui non tutti i bambini e le bambine del mondo possono godere.

ActionAid ha deciso di utilizzare un nuovo strumento per raccontare la povertà nel mondo e sensibilizzare al tema dell’adozione a distanza, partendo proprio da queste tematiche. Ha introdotto un linguaggio diverso dal solito, creativo e di grande impatto sia per grandi che per piccini: la vignetta. Ne sono state realizzate quattro dal fumettista Daniele Bonomo, in arte Gud.

In ogni vignetta viene rappresentato (con un fumetto) e descritto (con dati) un diritto fondamentale per la vita di ogni bambino. Grazie all’aiuto di una piccola protagonista, si raffigura una situazione di vita reale in cui tale diritto viene negato e che moltissimi bambini vivono oggi. In ogni opera troviamo anche i dati riguardanti la percentuale della popolazione che, purtroppo, non gode dello specifico diritto rappresentato.

La piccola protagonista si chiama Bizunesh, ed è una bambina africana costretta a camminare molte ore per recuperare acqua potabile per la sua famiglia e impossibilitata a frequentare la scuola. Grazie alla costruzione di un pozzo vicino casa, Bizunesh ora può andare a scuola.

L’accesso all’acqua

L’accesso all’acqua è una bisogno su cui si fondano molti progetti di cooperazione internazionale perché c’è ancora molto lavoro da fare per poter garantire a tutti tale diritto. In tutto il mondo, quasi un miliardo di persone non ha accesso a una fonte d’acqua potabile sicura e ci sono circa 3,5 miliardi di persone che non vedono il proprio diritto all’acqua pienamente rispettato.

Una delle zone più colpite dal problema è l’Africa sub sahariana. Di seguito la vignetta di Gud per ActionAid sul tema dell’acqua.
acqua

L’accesso al cibo

L’accesso al cibo è una tematica ancora molto delicata perché, come molti di noi sanno, il mondo produce cibo a sufficienza per sfamare l’intera popolazione mondiale e, nonostante siano stati fatti molti progressi, in alcuni paesi circa 1 bambino su 3 è sottopeso e una persona su 9 ogni notte va a dormire affamata.

I due terzi della popolazione mondiale che soffre la fame si trovano in Asia mentre una persona su quattro nell’Africa subsahariana è denutrita.

Ertharin Cousin, il Direttore Esecutivo del WFP, qualche anno fa dichiarò: “La comunità internazionale ha le soluzioni, le capacità e gli strumenti, che uniti alla volontà politica renderanno possibile un mondo a fame zero”.

Di seguito la vignetta realizzata da Gud per ActionAid sul tema del cibo.
cibo

L’accesso all’istruzione

L’accesso all’istruzione è un diritto negato più spesso alle bambine che ai bambini. Anche da questo punto di vista, è l’Africa subsahariana la zona del mondo dove il problema si manifesta nella sua forma più grave: basti pensare che 33 milioni di bambini in età da istruzione primaria non vanno a scuola; il 56% di questi è costituito da donne poiché i genitori con più figli preferiscono mandare a scuola i maschi. Questa tematica si ricollega facilmente al tema delle spose bambine. Le bambine, infatti, si ritrovano costrette a dedicare il loro tempo a lavori domestici o ai matrimoni forzati per non essere un peso economico per la famiglia.
scuola

Il diritto alla salute

Il diritto alla salute, rappresenta un diritto di estrema importanza fra i diritti, in quanto con questa formula non si intende soltanto assenza di malattie e infermità, bensì il benessere globale, fisico, psichico e sociale della persona. Si stima che, in totale, nel 2015 siano morti 5,9 milioni di bambini al di sotto dei cinque anni di età. La maggior parte di tali decessi avviene nei Paesi del sud del mondo. Le cause sono varie ma tutte riconducibili alla povertà estrema: infezioni, malnutrizione e mancanza di strutture sanitarie adeguate e personale qualificato.

C’è da sottolineare che comunque sono stati fatti moltissimi progressi e, negli ultimi 20 anni, la probabilità di un bambino di morire prima dei cinque anni si è quasi dimezzata, il che significa che circa 17.000 bambini vengono salvati ogni giorno.
salute

Si stima che comunque le condizioni di milioni di persone sono migliorate grazie ad un comune sforzo realizzato a livello mondiale, regionale, nazionale e locale per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (Millennium Development Goals, MDG).

E tu cosa ne pensi dell’iniziativa di ActionAid? Scrivilo nei commenti e segnalaci altre interessanti campagne di sensibilizzazione o di raccolta fondi!

Fonte: https://adozioneadistanza.actionaid.it/magazine/poverta-mondo-vignette/

One Response

Rispondi