Il Fund Raising di Obama strisciando carte di credito sullo smartphone

Che il futuro dei pagamenti sia mobile non ci sono dubbi. Che il presidente USA Barack Obama decida di utilizzare un lettore di carte di credito da attaccare ad uno smartphone per finanziare la sua campagna elettorale non era invece per niente scontato. Il dispositivo in questione si chiama Square, dal nome della startup californiana che lo ha realizzato . Square, ovvero quadrato: un piccolo dispositivo di forma quadrata che , collegato allo smartphone, funge da lettore di carta di credito.

L’invenzione, proposta dalla Square Incorporation, è semplice ma si annuncia rivoluzionaria. Un piccolo lettore di carta di credito che si collega allo presa audio dello smartphone. Lo Square Card Reader viene inviato gratuitamente a coloro che si registrano al sito squareup.com e ne fanno richiesta. Zero contanti e zero costi iniziali, dunque. Si paga il 2,75% su ogni transazione.

Lanciata in versione beta nel 2010, la Square Inc. è diventata pienamente operativa all’inizio del 2011. Due le menti che hanno dato vita all’azienda: Jim McKelveyJack Dorsey, il creatore di Twitter.

Square funziona con le carte di credito statunitensi. E, al di fuori degli Usa, legge gran parte delle carte di credito, le prepagate e le gift card dei circuiti VisaMasterCardAmerican ExpressDiscover.

Il micro-lettore piace anche al presidente Usa Barack Obama, che in vista dell’imminente corsa per la rielezione ha puntato sul “quadrato” per raccogliere fondi. Così, mentre le proposte per la campagna elettorale passano per i social network, il fundraising sfrutta la tecnologia Square. Segno di una rivoluzione che investe il mondo dei pagamenti, che si affiderà sempre meno al contante per puntare sul mobile.

 

http://wnews.warrantgroup.it/it/news/tecnologie/4914-il-fund-raising-di-obama-strisciando-carte-di-credito-sullo-smartphone.html

Rispondi