Hardware dismesso dall’agenzia delle entrate gratis per il non profit

L’agenzia delle entrate dismettere 810 computers e 2 server

L’Agenzia delle Entrate ha deciso di devolvere gratuitamente le proprie  apparecchiature informatiche non più in uso a istituti scolastici pubblici, enti pubblici e associazioni non-profit.

Gli aventi diritto sono:

  1. istituti scolastici statali e istituti scolastici paritari degli enti locali (determinati ai sensi dell’art.1, comma 1-2, L. 62/2000);
  2. tutte le altre amministrazioni pubbliche (determinate ai sensi dell’art.1, D.Lgs. 165/2001);
  3. altri enti pubblici e privati, appartenenti a una delle seguenti categorie (non in ordine di priorità):
    • associazioni ed enti senza fini di lucro iscritti nell’apposito registro associazioni;
    • fondazioni e altre istituzioni di carattere pubblico o privato con personalità giuridica, senza fini di lucro;
    • associazioni non riconosciute, di cui all’art. 36 C.C., che siano dotate di proprio strumento statutario dal quale sia possibile in modo inequivocabile desumere l’assenza di finalità lucrative;
    • organismi di volontariato di protezione civile iscritti negli appositi registri, operanti in Italia o all’estero per scopi umanitari;
    • istituti scolastici paritari privati (determinati ai sensi dell’art. 1, comma 2, L. 62/2000);
    • altri enti e organismi, non compresi nei punti precedenti, la cui attività assuma le caratteristiche di pubblica utilità.

 

Per garantire la migliore efficienza possibile nel contrasto all’evasione e nell’assistenza ai contribuenti, infatti, l’Agenzia delle Entrate rinnova costantemente la propria dotazione di apparecchiature informatiche, dismettendo quelle che, a causa di limitazioni tecnologiche, non garantiscono la completa operatività degli uffici.

Tuttavia, ciò che è inadatto all’Agenzia delle Entrate può ancora trovare un’utile collocazione presso altri enti per attività che abbiano inferiori esigenze prestazionali.

Tale iniziativa sarà ripetuta più volte nel futuro dandone notizia su questo sito (www.agenziaentrate.gov.it) dove saranno pubblicati anche i risultati delle relative selezioni.

Per garantire la massima equità e trasparenza e per ridurre al minimo i costi per la collettività, è stato stabilito che:

  • gli enti che ne hanno titolo, secondo quanto specificato nei bandi, dovranno inviare la richiesta di assegnazione di apparecchiature esclusivamente tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) Posta Elettronica Certificata (PEC). La richiesta dovrà essere compilata tramite l’applicazione Phoenice.
  • L’assegnazione avverrà mediante sorteggio tra tutte le richieste pervenute regolarmente, anche in considerazione del potenziale elevato numero di partecipanti. Il sorteggio si baserà sulle estrazioni del Lotto (Ruota Nazionale), secondo le modalità indicate nei bandi.

Si precisa che per l’invio delle richieste è possibile utilizzare anche la casella di Posta Certificata rilasciata gratuitamente a tutti i cittadini secondo le modalità specificate sul sito www.postacertificata.gov.it.

Lascia un commento