Google For No Profit: Come utilizzare le opportunità gratuite di Google per il terzo settore

google for no profit

L’aspetto del fundraising per le Associazioni Non Profit rappresenta spesso un elemento sul quale concentrare gli sforzi per poter raccogliere fondi e utilizzare strumenti gratuiti per poter svolgere le proprie attività.

Le Onlus e le organizzazioni di volontariato spesso soffrono di una mancanza di un’adeguata struttura finanziaria che rende spesso inefficace le proprie azioni e campagne con conseguenze negative sul raggiungimento dei propri obiettivi.
In realtà sono molte le aziende che mettono a disposizione risorse per il terzo settore.

Google for No Profit

Tra queste vi è Google che col programma Google for No Profit consente di utilizzare alcuni strumenti, normalmente a pagamento, in modo gratuito.

I prodotti di Google for No Profit sono Google Apps per il non profit, il programma Youtube per il non profit e, forse quello più interessante di tutti, Google ad Grants.

Google Apps

Il primo di questi, Google Apps, permette di usufruire dell’accesso gratuito alla piattaforma Apps di Google, che comprende GMail, Google Calendar, e Google Drive e altri prodotti.
E’ possibile quindi avere delle mail col proprio dominio, esempio [email protected] e ciascun account avrà a disposizione un cloud di 30 GB, facilitando così il lavoro tra i vari volontari o membri dell’organizzazione di volontariato e la collaborazione on line.

Youtube per il non profit

Il programma Youtube per il non profit rappresenta una versione più ricca rispetto al normale canale di Youtube potendo personalizzare aspetto e design con il branding e logo dell’organizzazione.

Leggi anche: YOUTUBE PER IL NON PROFIT: COME UTILIZZARE AL MEGLIO I VIDEO PER LA TUA ORGANIZZAZIONE

L’ultimo prodotto, Ad Grants, è forse quello più importante di tutti. Grazie a questo prodotto che rappresenta la versione gratuita di Google Ad Words, è possibile fare pubblicità on-line gratis per un valore di 10.000 $ al mese.

Con ad Grants è possibile promuovere il sito web della propria organizzazione di volontariato, sensibilizzare i propri e nuovi sostenitori verso campagne esclusivi realizzate attraverso l’utilizzo di parole chiave e monitorare le donazioni on line, iscrizioni a newsletter, acquisire nuovi volontari e molto altro ancora.

Come accedere al programma

Per accedere al programma non occorrono particolari requisiti. Basta accedere al sito di Google for no profit  dove sono spiegati i vari passaggi da effettuarsi.
Questi consistono prima nella verifica dei requisiti di idoneità attraverso un ente terzo che si chiama Techsoup dopodiché si può presentare la domanda di partecipazione al programma e, una volta approvata, ci si può iscrivere ai vari prodotti.

Tutta la procedura di iscrizione si effettua on line e possono rientrare una vasta gamma di organizzazioni, quali Organizzazioni Non Governative (ONG), Associazioni, Fondazioni, Istituzioni Religiose, Cooperative, Consorzi. Quindi Google ha abbracciato in pratica tutte le tipologie giuridiche che esistono in Italia che rientrano nel settore No Profit.

Sono escluse invece Enti Governativi, Ospedali ed organizzazioni sanitarie e scuole. Per quest’ultime esiste un particolare programma denominato Google For Education.

Lascia un commento