Al via la 10^ Edizione del Premio Sodalitas Giornalismo per il Sociale

Saranno aperte fino al 30 aprile 2012 le candidature al Premio Sodalitas Giornalismo per il Sociale, il riconoscimento annuale assegnato agli operatori dell’informazione che si sono distinti per aver approfondito e segnalato all’opinione pubblica temi di particolare rilevanza sociale e umanitaria.
Il Premio, giunto quest’anno alla sua 10^ Edizione, ha come obiettivo quello di favorire la crescita di una cultura dell’informazione più attenta ai problemi sociali e, al contempo, di far crescere l’attenzione dei media verso questi temi.

Nel corso delle nove precedenti edizioni il Premio Sodalitas Giornalismo per il Sociale ha saputo mobilitare più di 1500 giornalisti, i quali hanno contribuito con oltre 3500 elaborati a raccontare l’evoluzione della società italiana. In dieci anni, il Premio è infatti divenuto un vero e proprio osservatorio privilegiato da cui analizzare le principali trasformazioni sociali che muovono il Paese.

In occasione del decimo anniversario del Premio, Fondazione Sodalitas presenterà “Il Libro d’Oro della Comunicazione Sociale”, un volume che raccoglierà i nomi di tutti i giornalisti partecipanti, le testate/rubriche che hanno ospitato i loro servizi, gli elaborati dei finalisti e dei vincitori dei premi di categoria e del Premio Speciale.
Il volume conterrà inoltre il punto di vista di importanti esponenti della professione e un’analisi condotta da sociologi e ricercatori sociali di grande autorevolezza sul materiale stampa, radio/tv e web presentato al Premio, volta a fornire una valutazione indipendente sullo stato dell’arte della comunicazione sociale in Italia.
Il volume verrà presentato in occasione della cerimonia di premiazione della 10^ Edizione del Premio e sarà distribuito gratuitamente a tutti i partecipanti alla manifestazione oltre che diffuso presso le redazioni di autorevoli testate e rubriche radio televisive e le scuole di Giornalismo.

Il Premio Giornalismo per il Sociale si articola in 5 categorie:
Stampa – Articoli per la carta stampata: quotidiani e periodici. Una Menzione Speciale verrà assegnata al miglior servizio fotografico/al miglior scatto che abbia affrontato in modo efficace e d’impatto una tematica sociale.
Web – Articoli e/o servizi apparsi su internet, testate on line e altri mezzi di comunicazione multimediali.
Radio – Comunicati e servizi trasmessi sulle emittenti radiofoniche nazionali
Televisione – Servizi televisivi in formato Dvd trasmessi su emittenti nazionali
Giovani Giornalisti – Il Premio dedica una categoria di concorso agli allievi delle scuole di giornalismo che abbiano realizzato articoli, filmati o servizi, sia pubblicati sia inediti.

È inoltre previsto un Premio Speciale a servizi che illustrino programmi, iniziative o attività di qualsiasi genere capaci di descrivere e/o affrontare la crisi economica in atto e di indicare modalità capaci di ridurne le conseguenze per i cittadini, favorendo la coesione tra le varie componenti della società civile.

Come ogni anno, infine, la Giuria – presieduta dal Professor Stefano Zamagni – offrirà un riconoscimento ad una personalità nota del mondo del giornalismo che si sia distinta per l’attenzione riservata alle tematiche sociali. Nelle edizioni precedenti del Premio hanno ottenuto questo riconoscimento: Enrico Mentana, Toni Capuozzo, Ferruccio De Bortoli, Aldo Forbice, Stefano Mensurati, Carolo Verdelli, Massimo Cirri e Filippo Solibello.

La dotazione complessiva del Premio ammonta a 5.000 euro.

La partecipazione è gratuita. Per candidarsi è sufficiente compilare la scheda d’iscrizione on line ed inviarla in formatoelettronico entro il 30/04/2012 all’indirizzo mail [email protected] seguendo le indicazioni contenute nel Bando del concorso. Entro la stessa data, copia cartacea della domanda d’iscrizione e di ogni elaborato (cartacea o audio/video in formato dvd) dovranno essere inviate alla Segreteria organizzativa del Premio. Possono essere candidati al Premio elaborati editi tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2011.

Per ulteriori informazioni:

Rispondi